Abbattimento della contaminazione del Mar Piccolo: la negoziazione è la prossima fase del partenariato per l’innovazione

Taranto, 17 marzo 2020 – Il prossimo passo in avanti per la gara relativa all’abbattimento della contaminazione del Mar Piccolo è l’avvio della fase di negoziazione. Dopo la pubblicazione della graduatoria definitiva pubblicata con

i concorrenti che hanno superato il punteggio minimo di 50 punti sulle progettualità tecnico-organizzative prenderanno parte alla fase di negoziazione.

Il calendario degli incontri sarà nuovamente stilato una volta superata la fase emergenziale che il Paese sta vivendo per la pandemia da Covid19, come comunicato ai soggetti in graduatoria con nota del Commissario n.578 del 13 marzo 2020, che tiene conto del DPCM dei giorni 8,9 e 11 marzo 2020 e volti al contrasto, alla prevenzione e alla gestione epidemiologica. Inoltre anche l’ANCE Taranto con una nota diffusa il 16 marzo 2020, ha fatto richiesta di adottare tutte le cautele che i fatti ci impongono. L’ANCE ci ha informato che non sono poche sono le criticità e difficoltà che le imprese del settore delle costruzioni stanno incontrando per la piena attuazione nei cantieri delle prescrizioni imposte. (qui la lettera ricevuta dall’ANCE Taranto).

La gara per il Mar Piccolo con la procedura partenariato per l’innovazione è relativa all’affidamento della progettazione esecutiva e della realizzazione degli interventi di risanamento ambientale e messa in sicurezza dei sedimenti delle aree prioritarie del Mar Piccolo di Taranto-  seno I,  mediante dimostrazione tecnologica.