Principali attività

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Print this page

Le principali attività avviate ed in corso per quanto concerne gli interventi sul Mar Piccolo sono:

– Individuazione e catalogazione dei materiali di origine antropica presenti sui fondali e relativa operazione sostenibile di rimozione;

– Individuazione e catalogazione degli oggetti metallici e non, al di sotto dei fondali;

– Individuazione e mappatura dei rifiuti presenti lungo le sponde;

– Censimento degli scarichi e studio della rete naturale e artificiale ad essi afferente;

– Analisi geomorfologica dei fondali;

– Progetto ed esecuzione campagna geognostica: sondaggi e prove off-shore, prelievo di campioni indisturbati sottomarini;

– Caratterizzazione chimica, geochimica, fisica ed idro-meccanica dei sedimenti inquinati;

– Studio ed analisi degli effetti degli inquinanti sulle caratteristiche fisiche e meccaniche dei sedimenti;

– Elaborazione dati sperimentali di laboratorio e definizione del modello geo-idro-meccanico;

– Studio di dettaglio del modello di circolazione marina attraverso misure correntometriche condotte in campo mediante apposita strumentazione/apparecchiatura (anche di nuova installazione);

– Simulazione numeriche per la valutazione della circolazione in ambito baroclino e modelli di trasporto dei sedimenti;

– Individuazione ed analisi dei punti di immissione degli inquinanti connessi alla rete idrografica superficiale ed alla falda profonda;

– Studio e monitoraggio delle variabili idrologiche, idrogeologiche e idrochimiche per la diagnosi delle fonti di inquinamento;

– Analisi e valutazione della qualità e quantità delle acque in uscita dai citri;

– Analisi della biocenosi e delle specie protette anche mediante mappatura e monitoraggio;

– Implementazione di un sistema informativo finalizzato alla gestione delle informazioni acquisite;

– Definizione delle migliori tecnologie da adottare per la messa in sicurezza permanente/bonifica del sistema Mar Piccolo anche attraverso sperimentazione in laboratorio e campi prova;

– Azioni e interventi a medio-lungo periodo per la bonifica e la riqualificazione ambientale del Mar Piccolo;

– Piano di monitoraggio ambientale.