Bonifica Taranto: Governo proroga incarico a Commissario Straordinario Vera Corbelli

Roma 6 agosto 2019 – Reca la firma del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giancarlo Giorgetti, il decreto di proroga, per un ulteriore anno, dell’incarico a Vera Corbelli, di Commissario straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto.

Il decreto fa seguito anche alla lettera inviata dal Ministro dell’ambiente, Sergio Costa, lo scorso 8 luglio, nella quale il Ministro sottolinea il valore del modello innovativo messo in campo per la bonifica di Taranto, si legge infatti, tra l’altro, che “l’incarico è necessario per proseguire, senza soluzione di continuità, così da affrontare la problematica dell’inquinamento diffuso con un approccio di sistema, partendo dalle cause, valutandone gli effetti ed intervenendo sugli stessi”.

“Il commissario Corbelli”, prosegue il Ministro Costa nella sua missiva, “ha predisposto un percorso volto a costruire ed attuare un programma di misure a medio e lungo termine finalizzato alla bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione dell’intera area di Taranto, da attuarsi con i fondi all’uopo individuati e destinati alla contabilità speciale intestata al commissario stesso”.

Come si legge nel decreto firmato da Sottosegretario Giorgetti, il Commissario straordinario non ha diritto ad alcun compenso e dalla sua nomina non derivano ulteriori oneri a carico della finanza pubblica. Per tutta la durata del mandato, il Commissario straordinario svolge direttamente le funzioni di responsabile della prevenzione della corruzione e trasparenza.

Vera Corbelli dal 2014, in seguito a nomine della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha assunto il ruolo di Commissario Straordinario di Governo per:

  • gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto e successivamente integrato con piano di misure a medio e lungo termine L 20/215;
  • per l’attuazione dell’intervento di messa in sicurezza e gestione dei rifiuti pericolosi e radioattivi siti nel deposito ex Cemerad di Statte/ Taranto;
  • per la progettazione, l’affidamento e la realizzazione dei lavori relativi all’adeguamento funzionale dell’impianto di depurazione di Napoli Est, (ruolo ricoperto fino ad aprile 2017);
  • per la progettazione, l’affidamento e la realizzazione dei lavori relativi al sistema depurativo dei comuni di Mondragone e Falciano del Massico.

Con la Legge di Bilancio per 2019 (L.145/2018 art. 1 comma 145) è stata incaricata quale Commissario Straordinario di Governo per la realizzazione degli interventi settore Idrico ex EIPLI.

Svolge, inoltre, supporto tecnico- gestionale al Governo centrale per le tematiche di prioria competenza. Trasversalmente varie sono state le pubblicazioni tecnico – scientifiche nonché la promozione di numerosi eventi e promozioni di attività culturali scientifiche e di solidarietà. Le funzioni svolte negli anni, i numerosi contatti e relazioni a livello nazionale ed internazionale hanno consolidato il ruolo rilevante svolto e in corso di svolgimento della Dottoressa Corbelli, per le aree del centro-sud, in termini istituzionali/ tecnico/ gestionali, relativamente al governo delle risorse acqua e suolo; avendo avuto la capacità di mettere al centro dello sviluppo la sostenibilità di queste ultime, attraverso la quale incidere su una crescita sociale ed una sensibilità ambientale.

Laureata in geologia all’Università Federico II di Napoli con il massimo dei voti e con lode (1981), ha svolto oltre ad attività professionali nei territori del Centro Sud, studi e percorso tecnico – operativo con il Commissario per il bradisismo Area flegrea. Successivamente, in seguito a concorso, ha lavorato con la Regione Campania, il Gabinetto, l’Assessorato acque, l’Assessorato urbanistico- territoriale. Nell’ambito di tale attività ha avviato e definito i percorsi di pianificazione e programmazione di Bacino a livello Regionale e Nazionale (di cui alla ex L. 183/89), dando vita alla operatività dell’Autorità di Bacino Nazionale Liri, Garigliano e Volturno, con funzione prima di coordinatore e successivamente, in seguito a concorso, di Dirigente. Dal 2007 per la stessa Autorità Nazionale ha svolto il ruolo di Segretario Generale, dal 2009 ha ricoperto la funzione di coordinatore del Distretto idrografico dell’Appennino Meridionale;

Dal 2017 per la stessa Autorità ricopre il ruolo di Segretario Generale del Distretto dell’Appennino Meridionale.

Lascia un commento