BONIFICA TARANTO, TRA I RIFIUTI RINVENUTA UN ORDIGNO DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE

La scoperta durante le attività di pulizia del progetto Verde Amico

Taranto 21 febbraio – Un ordigno risalente alla seconda Guerra Mondiale è stato rinvenuto in un punto in prossimità della battigia del secondo seno del Mar Piccolo di Taranto, nel tratto di costa compreso tra il Convento dei Battendieri e la palude “la vela”,nell’ambito delle operazioni di rimozioni di rifiuti del progetto Verde Amico previste tra le attività di bonifica del Commissario Straordinario di Taranto, guidato da Vera Corbelli.

L’ordigno definito tecnicamente “proietto di artiglieria”, di circa 40 cm di lunghezza e 12 centimetri di diametro, è stato rinvenuto dagli operai della società partecipata Infrataras del Comune di Taranto durante le operazioni di pulizia delle sponde del Mar Piccolo.

Subito dopo il rinvenimento è stata informata la struttura commissariale e il responsabile di Infrataras che hanno predisposto l’intervento degli organi competenti e della Prefettura. In un primo momento è intervenuto l’artificiere della Polizia di Stato e successivamente il gruppo Artificieri dell’Esercito. L’ordigno è stato rimosso dal nucleo SDA della Marina Militare di Taranto. ( foto in allegato)

Le attività del progetto Verde Amico messe a punto dal Commissario Straordinario Vera Corbelli – in partnership con la Regione Puglia e il Comune di Taranto – nell’ambito degli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto, hanno preso il via lo scorso novembre partendo dall’area adiacente il Parco Cimino con azioni di manutenzione e bonifica leggera.

BONIFICA TARANTO, TRA I RIFIUTI RINVENUTA UN ORDIGNO DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE

BONIFICA TARANTO, TRA I RIFIUTI RINVENUTA UN ORDIGNO DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE

Dieci squadre di lavoratori complessivamente operano lungo le sponde del I e II Seno del Mar Piccolo, come ad esempio nell’area di Punta Penna, presso l’area di Foce Galeo e dell’idrovora dell’Ilva; nel Centro urbano della città; nelle aree periferiche; nelle aree dei plessi scolastici e nelle aree del Quartiere “Paolo VI”.

Nel progetto sono impegnati 145 lavoratori, ex dipendenti Isola Verde, soggetti ad attività formative, che hanno così avuto la possibilità di ricominciare a lavorare. Le attività operative previste dal progetto consistono nell’esecuzione dei seguenti interventi: raccolta dei rifiuti, manutenzione ordinaria e straordinaria di aree a verde pubblico e di edifici e/o manufatti pubblici, rifacimento manto stradale e della segnaletica, rispristino e realizzazione di aree a verde attrezzato, manutenzione e ripristino della funzionalità e attività di cantiere.

Lascia un commento