Archivio della categoria: Accordi e partnership

Riqualificazione e Bonifica a Taranto. Accordo tra Commissario Straordinario e Cooperative Mitilicoltura

Bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione Taranto: al via convenzione fra Commissariato Straordinario e le Cooperative di mitilicoltura

Vera Corbelli: consolidiamo rapporto di collaborazione con attori del territorio per sviluppo sostenibile

Favorire il confronto sulla strategia di bonifica complessiva e, in particolare, sugli interventi che possono interessare le cooperative di mitilicoltura.

E’ questo uno degli obiettivi della convenzione sottoscritta, presso la Prefettura di Taranto, tra il Commissario Straordinario, Vera Corbelli e le Associazioni rappresentano tutte le cooperative di mitilicoltura operanti sul territorio tarantino: l’AGCI AGRITAL, rappresentata da Giampaolo Buonfiglio, la LEGACOOP Agroalimentare, rappresentata Angelo Petruzzella, la FEDERCOOPESCA, con Paolo Tiozzo, l’UNCI Agroalimentare, con Gennaro Scognamiglio e l’UNICOOP-Dipartimento Nazionale Pesca, rappresentata per delega da Mario Imperatrice.

La collaborazione è finalizzata a conferire continuità coordinata ai rapporti istituzionali e tecnico-scientifici inerenti le azioni e le strategie comuni, utili allo sviluppo sostenibile della mitilicoltura e del territorio. Si tratta del primo caso di pianificazione di una strategia di area vasta e multisettoriale, capace di essere esportata in altre aree con problematiche analoghe.

Si consolida così ulteriormente il rapporto di collaborazione fra il Commissario Corbelli e gli operatori della mitilicoltura che, ora anche attraverso le Associazioni di riferimento nazionale, potranno fattivamente confrontarsi sulle iniziative da assumere, anche all’interno di un Osservatorio sul Mar Piccolo, che sarà presentato, d’intesa con il Prefetto e con il Sindaco di Taranto, prossimamente alla stampa.

Alla firma della convenzione erano inoltre presenti il Prefetto di Taranto, Donato Giovanni Cafagna, il Direttore del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Ambientale della Regione Puglia, Gianluca Nardone, il Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, e del Presidente di Confcommercio Taranto, Leonardo Giangrande. Tutti hanno raccolto con grande positività l’attenzione ad un settore strategico della città, convinti della necessità di fare sistema per sviluppare una filiera integrata, volano per una rinnovata economia.

Il programma di misure, attuato dal Commissario per la bonifica, l’ambientalizzazione e la riqualificazione dell’intera area di Taranto è volto a garantire un adeguato livello di sicurezza per le persone e per l’ambiente ma anche a mitigare le relative criticità riguardanti la competitività delle imprese del territorio tarantino.

Al fine di rendere maggiormente efficaci gli interventi programmati, oltre e insieme alle grandi direttrici di tutela della salute pubblica, il Commissario Vera Corbelli ha sottolineato che ritiene opportuno voler perseguire con un nuovo approccio alla questione ambientale, in grado di rendere maggiormente efficiente la riqualificazione del territorio secondo i principi dello sviluppo sostenibile.

Leggi il comunicato stampa:

TARANTO, 40 MILIONI PER ACCELERARE LA BONIFICA

PROTOCOLLO D’INTESA TRA I MINISTERI DELL’AMBIENTE, MEZZOGIORNO E IL COMMISSARIO DI GOVERNO

Da Roma arriva un nuovo importante segnale a proseguire il risanamento dell’area di crisi ambientale di Taranto. Il Governo, infatti, ha stanziato 40 milioni di euro per accelerare gli interventi di bonifica, riqualificazione ed ambientalizzazione del territorio presisposti dal Commissario Straordinario Vera Corbelli e completati quasi al 50%. Il provvedimento è stato ratificato attraverso un Protocollo d’intesa sottoscritto martedì 20 dicembre a Roma tra il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio del Mare, Gianluca Galletti, il Ministro per la Coesione Territoriale ed il Mezzogiorno Claudio De Vincenti e il Commissario Straordinario per la bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto, Vera Corbelli.

L’accordo è finalizzato a promuovere gli interventi a finalità ambientale così come individuati nel Piano Operativo “Ambiente”, di cui alla Delibera CIPE n.55 del 2016 ed in particolare il completamento degli interventi di bonifica, riqualificazione ed ambientalizzazione riguardanti il quartiere Tamburi; la prosecuzione degli interventi sul bacino del Mar Piccolo (I e II stralcio) e il completamento della bonifica delle aree non pavimentate del cimitero storico di San Brunone.

Queste ulteriori risorse messe disposizione dal Governo sono fondamentali per il proseguimento dell’attività di rigenerazione in corso sull’area di crisi ambientale di Taranto, i cui lavori stanno procedendo secondo il programma definito” – afferma il Commissario Vera Corbelli – “Il nuovo finanziamento consentirà di dare un’accelerazione agli interventi in corso che proprio in questi giorni vedono due importanti risultati nell’ottica del completamento della bonifica.

ACCORDO TRA IL COMMISSARIO E IL MARTA PER PROGRAMMA CONGIUNTO DI ATTIVITÀ SU AMBIENTE E CULTURA

Alla presenza del Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti, il Commissario per la bonifica e la direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Taranto – MArTA hanno firmato un accordo per un programma di azioni di valorizzazione culturale dell’Area vasta nell’ambito del piano di riqualificazione e rigenerazione dell’area di crisi ambientale.

La cultura e la valorizzazione delle risorse, dei beni culturali del territorio e del paesaggio culturale, la bonifica, la riqualificazione della città di Taranto e l’inclusione sociale rappresentano elementi forti e significativi per una crescita sostenibile dell’area di crisi ambientale. Ne sono convinte il Commissario per la bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto, Vera Corbelli, e la Direttrice del Museo Nazionale Archeologico di Taranto – MArTA, Eva Degl’Innocenti, che oggi hanno firmato, alla presenza del Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti, un accordo di collaborazione per avviare un programma di attività finalizzato alla conoscenza e alla diffusione del processo di riqualificazione ambientale e allo stesso tempo alla valorizzazione del sistema culturale in una prospettiva di “sviluppo e crescita intelligente” che vede la cultura quale motore di sviluppo culturale, turistico ed economico ed elemento di base per la rigenerazione socio-culturale e territoriale.

Un percorso articolato, quello ipotizzato dai due Enti, che ha l’obiettivo di “rafforzare la conoscenza” del territorio delle comunità locali tramite la riappropriazione della propria identità, l’inclusione sociale e la progettazione integrata, innanzitutto, ma anche di un pubblico nazionale e internazionale che può essere attratto dal significativo patrimonio di eccellenze culturali, naturalistiche e ambientali.

Una strategia di azioni il cui obiettivo è di riportare ad “eccellenza” il rilevante patrimonio ambientale e culturale dell’area di crisi ambientale anche attraverso quelle che sono ad oggi le “testimonianze” archeologiche conservate e valorizzate presso il MArTA; e nel contempo integrare sapientemente questi valori con quelle aree compromesse ed attualmente in fase di recupero che sono state, a loro volta, propulsori di sviluppo e custodi iniziali di ricchezza territoriale.

Dinamica questa che, auspicano i firmatari dell’intesa, possa dare vita ad un’ ”osmosi temporale –spaziale di ricchezza” talmente feconda da essere proiettata nel prossimo futuro quale “sinonimo di crescita sociale e di sviluppo sostenibile”.

L’accordo s’inserisce nell’ambito del progetto ACTORS Italia (Attrattori Culturali per il Turismo nelle Regioni del Sud Italia) che ha individuato Taranto e il suo Museo Archeologico Nazionale MArTA come area pilota e attrattore culturale per la Puglia. Una scelta dettata dalla grave situazione ambientale ed occupazionale che interessa la città e che impone un ripensamento del modello di sviluppo sino ad ora perseguito, che ponga la cultura alla base di nuovi scenari di sviluppo locale; allo stesso tempo fa parte della pianificazione dell’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale che vede la difesa, la tutela e la gestione delle risorse acqua suolo e di tutto il territorio interessato quale “asse portante” di uno sviluppo sostenibile inclusivo e partecipato, i cui valori culturali ed ambientali contribuiscono a costruire una sana e rispettosa economia.

 

Convenzione tra il Commissario e Confagricoltura

È stata firmata una Convenzione tra il Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione  e riqualificazione di Taranto, nella persona della dott.ssa Vera Corbelli e la Confagricoltura di Taranto nella persona del Presidente e legale rappresentante dott. Luca Lazzaro per iniziative congiunte legate agli interventi di bonifica.

Accordo tra Commissario e Università Politecnica delle Marche

È stato firmato un Accordo tra il Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione  e riqualificazione di Taranto, nella persona della dott.ssa Vera Corbelli e l’Università Politecnica delle Marche rappresentata dal Magnifico Rettore Prof. Ing. Sauro Longhi, per attività di studio e ricerca sulle azioni sviluppate nell’ambito del percorso di Bonifica di Taranto ai sensi dell’art.15 della L.241/90.

Bonifica del Mar Piccolo: un’area dell’Arsenale adibita a cantiere per la rimozione dei rifiuti

Sottoscritto il Protocollo d’Intesa tra il Commissario per la bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto e la Marina Militare – Comando Marittimo Sud

Una parte dell’Arsenale Militare sarà adibita ad “area di cantiere” provvisoria al fine di attuare il progetto di “Rimozione dei materiali di natura antropica sul fondale del Mar Piccolo – I seno (I lotto)”. Lo stabilisce il Protocollo sottoscritto tra il Commissario Straordinario per gli intereventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto, Vera Corbelli, e la Marina Militare – Comando Marittimo Sud, rappresentata dall’Ammiraglio di Divisione Eduardo Serra.

In particolare l’intervento riguarda la rimozione dei rifiuti ingombranti (Marine Litter, nella terminologia scientifica) presenti sui fondali al fine di garantire il ripristino dello stato dei luoghi, rimuovere parziali fonti di contaminazione e poter proseguire con le successive attività che prevedono la realizzazione di indagini profonde ed ulteriori interventi di bonifica e riqualificazione.

I materiali rinvenuti sui fondali del I seno del Mar Piccolo sono costituiti da autovetture intere e/o parti di esse, fusti metallici, natanti ecc. Inoltre sono stati rilevati un numero significativo di pneumatici di auto ed autocarri, alcuni cassonetti per rifiuti urbani e resti di impianti di mitilicoltura (attività produttiva prevalente nell’area) oltre ad attrezzature per la pesca professionale.

Le attività di individuazione e catalogazione dei rifiuti sono state svolte in collaborazione con l’Università di Bari, il CNR e la Capitaneria di Porto di Taranto; per l’area cosiddetta dei “170 ettari” le attività di individuazione e catalogazione dei rifiuti sono state condotte dal nucleo SDAI della Marina Militare.

La rimozione del Marine Litter interesserà, in questa prima fase, i fondali prospicienti la Discesa Vasto, il Pontile Ex-Marigenimil e la Banchina Cariati.

Bonifica: accordo tra WWF e Commissario

Il Commissario Straordinario e il WWF Italia si impegnano a promuovere misure finalizzate alla realizzazione di azioni complementari agli interventi di bonifica

La presidente del WWF Italia Donatella Bianchi e il Commissario straordinario per gli interventi di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto Vera Corbelli hanno sottoscritto un accordo di collaborazione con cui si avvia un percorso finalizzato a supportare la predisposizione, nell’ambito del più generale “Programma di misure, a medio e lungo termine, per la bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione dell’intera area di Taranto”, con iniziative mirate a realizzare azioni complementari all’intervento di bonifica, per riqualificare l’intera area a livello naturalistico, socio-economico e culturale e diffondere un’adeguata sensibilità ambientale che faccia percepire e vivere l’ambiente quale risorsa fondamentale del territorio tarantino.

L’accordo prevede inoltre attività di promozione e azioni di comunicazione volte ad incrementare nei cittadini il livello di consapevolezza dei valori naturalistici ed ambientali del territorio. Nell’ambito di tali misure, il Commissario ed il Presidente del WWF hanno convenuto di promuovere un’azione congiunta volta a far conoscere a livello nazionale il progetto Taranto come “buona pratica” di rigenerazione e riqualificazione ai fini della sostenibilità tecnico-sociale ed economica.

Ex Cemerad – Accordo per la messa in sicurezza dei rifiuti pericolosi

Siglata la collaborazione con i Vigili del Fuoco per il deposito di Statte

Il 9 marzo, alla presenza del Prefetto di Taranto, Umberto Guidato,  è stato firmato l’accordo di collaborazione tra il Commissario Straordinario per l’attuazione dell’intervento di messa in sicurezza e gestione dei rifiuti pericolosi e radioattivi siti nel deposito ex Cemerad, Vera Corbelli, e il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Taranto, in persona del Comandante Provinciale Dott. Ing. Agatino Carrolo.

Mediante l’Accordo i due enti si impegnano, nel rispetto dei reciproci compiti istituzionali, a porre in essere congiuntamente le attività di interesse comune nell’ambito dello scenario di azioni ai fini dell’intervento di messa in sicurezza e gestione dei rifiuti pericolosi e radioattivi siti nel deposito ex Cemerad, nel Comune di Statte.

Accordo di collaborazione tra Commissario e Guardia di Finanza

Firmato dalla dott.ssa Corbelli e dal Generale Vicanolo

Si rafforza la collaborazione con le Forze dell’Ordine nell’ambito del progetto di Bonifica di Taranto grazie all’accordo di collaborazione firmato il 21 gennaio dal Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto,  Vera Corbelli e il Comando Regionale Puglia della Guardia di Finanza, rappresentato dal Comandante Regionale Generale di Divisione Giuseppe Vicanolo

Valorizzazione del Mar Piccolo. Accordo Commisaro-Confindustria Taranto

Si è insediato lo scorso 31 luglio il tavolo tecnico di confronto definito nell’Accordo di Collaborazione sottoscritto tra il Commissario Straordinario alle bonifiche e la Confindustria di Taranto a giugno 2015 per la redazione, nell’ambito del più generale “Programma di misure, a medio e lungo termine, per la bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione dell’intera area di Taranto”, di un “Documento di indirizzi ed azioni per la valorizzazione ambientale ed economica del Mar Piccolo di Taranto”.