Mar Piccolo, conclusa la valutazione delle offerte della gara. Partenariato Internazionale

Taranto,  29 febbraio 2019  – La Commissione giudicatrice per la gara dedicata al Mar Piccolo (*) ha concluso le operazioni di valutazione delle offerte tecnico-organizzative ed economiche per stilare la graduatoria dei concorrenti che hanno superato il punteggio minimo di 50 punti sulla parte tecnico-organizzativa e con i quali avviare la fase di negoziazione. La commissione ha valutato i plichi contenenti la documentazione amministrativa, l’offerta tecnico-organizzativa e l’offerta economica.  Nei prossimi giorni sarà resa pubblica la graduatoria dei soggetti partecipanti alla gara e qui di seguito riportati in ordine alfabetico.
·      Costituenda ATI con mandataria Consorzio Nazionale Cooperative di Produzione e Lavoro “Ciro Menotti”
·      Costituenda ATI con mandataria Consorzio Stabile ECIT
·      Costituenda ATI con mandataria Decomar Spa
·      Costituenda ATI con mandataria Intercantieri Vittadello Spa
·      Costituenda ATI con mandataria RCM Costruzioni srl
·      Costituenda ATI con mandataria Società Italiana Dragaggi spa
·      Costituenda ATI con mandataria Stone Società cooperativa arl
Le ulteriori fasi da espletare ora sono: la convocazione dei concorrenti per negoziazione sugli aspetti tecnici delle offerte per migliorarne il contenuto, attraverso almeno due incontri con i singoli operatori come previsto dal disciplinare e poi la valutazione delle offerte finali (offerta tecnica migliorativa e offerta contributo economico) dell’operatore economico ai fini di selezionare, secondo i criteri indicati nel disciplinare, i tre concorrenti con i quali stipulare i contratti di dimostrazione tecnologica.
“Per bonificare il  Mar Piccolo che rappresenta un elemento del sistema fisico di grande pregio e nel quale si concentrano aree significativamente compromesse – ha detto il Commissario Straordinario, Vera Corbelli – è stato necessario un approccio innovativo che ha avuto inizio con le attività della approfondita caratterizzazione delle componenti del sistema fisico – ambientale mediante studi multidisciplinari sinergici, volti alla definizione delle caratteristiche fisiche, chimiche, biologiche ed idro – meccaniche da impiegare al fine della modellazione dei processi in atto, della analisi e valutazione degli scenari delle conseguenze ad essi correlati e della definizione delle strategie di mitigazione e progettazione di interventi tecnicamente efficienti, socialmente accettabili e ambientalmente perseguibili. Da qui la necessità di sottoporre a dimostrazione in scala reale le diverse tecnologie individuate quali la bioremediation, il capping e l’ asportazione selettiva mediante la predisposizione di una apposita procedura basata sulla preventiva verifica e validazione in situ dell’efficacia delle tecnologie, nonché delle eventuali proposte migliorative avanzate dai concorrenti, attraverso lo strumento del partenariato per l’innovazione. L’intervento ‘ Partenariato per l’innovazione’  è  parte integrante  del progetto di sistema che ha visto e vede attivati sul Mar Piccolo 11 diverse tipologie di interventi  . Tutti interventi fra loro correlati e che rispondono in maniera sostenibile alle diverse  problematiche quali effetti di cause  molteplici’.
A questo link approfondimenti sugli interventi Mar Piccolo:
* Procedura per l’instaurazione di un partenariato per l’innovazione da aggiudicare con il criterio dell’offerta economicamente più̀ vantaggiosa per l’Affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva e della realizzazione degli interventi di risanamento ambientale e messa in sicurezza dei sedimenti nelle aree prioritarie del Mar Piccolo di Taranto seno I mediante dimostrazione tecnologica