Mercato Ittico Galleggiante: prosegue l’attività amministrativa per la rimozione

Taranto, 17 marzo – La rimozione del Mercato Ittico Galleggiante è parte di un’azione di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione dell’area di Taranto scaturita a seguito del confronto con gli attori del territorio impegnati lungo la filiera produttiva della mitilicoltura.

Dall’incontro e condivisione con gli stakeholder e con il Comune di Taranto, è scaturita la sottoscrizione della convenzione strategica con le Associazioni nazionali Cooperative mitilicoltura (AGCI AGRITAL, LEGACOOP Agroalimentare, FEDERCOOPESCA, UNCI Agroalimentare e UNICOOP-Dipartimento Nazionale Pesca), avvenuta nel marzo del 2018 presso la Prefettura di Taranto. I mitilicoltori sono stati costantemente coinvolti a partecipare alle azioni di bonifica del Mar Piccolo, alla sua riqualificazione e valorizzazione, attraverso l’impulso a una filiera capace di mettere in rete le potenzialità locali, promuovere la legalità e attivare leve economiche intersettoriali. Ma anche irrobustire la rete territoriale e intersettoriale tra operatori della pesca le istituzioni e il mondo della ricerca.

In questo quadro di azioni di sistema e con gli obiettivi specifici individuati rientra l’azione di rimozione del Mercato Ittico Galleggiante.  Con decreto del Commissario Straordinario n. 50 dell’11/03/2020 l’A.T.I. Teorema S.P.A. – T.M.F. S.r.l. è stata esclusa dalla gara europea a procedura aperta dell’intervento di rimozione e smaltimento del mercato ittico galleggiante affondato nel Mar Piccolo di Taranto. Con lo stesso provvedimento il Commissario Straordinario ha proceduto alla revoca del decreto n. 4 del 15/01/2020 con il quale era stata aggiudicata alla medesima A.T.I. la gara di appalto per la rimozione del Mercato Ittico Gallegiante (MIG).

L’esclusione dell’A.T.I. Teorema S.p.A. – T.M.F. S.r.l è avvenuta in assenza di riscontri alle richieste di chiarimenti avanzate dalla Stazione Appaltante. Il Commissario sta proseguendo l’azione amministrativa per l’assegnazione della gara. 

“La filiera della mitilicoltura è una filiera strategica e fondamentale per l’economia tarantina, ha detto il Commissario Vera Corbelli. Con questa consapevolezza abbiamo affrontato con le associazioni di categoria il sano confronto volto ad individuare le azioni più significative da mettere in atto.  L’obiettivo comune è quello di rafforzare la filiera produttiva e contribuire alla migliore pianificazione per l’uso delle risorse degli operatori della filieraha proseguito la CorbelliNel corso del confronto con gli attori della filiera sono emerse diverse proposte di efficientamento della filiera mitilicola, anche l’individuazione delle infrastrutture e dei servizi a terra e a bordo utili al miglioramento della filiera stessa”.