Rai Puglia, doppia diretta dai luoghi della bonifica di Taranto

Taranto, 12 giugno 2020  –  Doppia diretta dai luoghi della bonifica e della rigenerazione di Taranto. La RAI Puglia fa tappa presso il Mar Piccolo, nell’area di rimozione del Mercato Ittico Galleggiante, al cantiere del Cimitero di San Brunone, alla ex – Cemerad, deposito di rifiuti radioattivi e alle scuole del quartiere Tamburi.

La prima diretta si svolge alle 7,40 presso il cantiere allestito per rimuovere la piattaforma affondata del Mercato Ittico Galleggiante. Il MIG è centrale per la valorizzazione della filiera della mitilicoltura. Qui nascerà il nuovo punto di sbarco per la lavorazione dei mitili. Entro i prossimi tre mesi si procederà alla rimozione della grande piattaforma di 2 mila tonnellate di ferro ed altri materiali.  In questi giorni sono stati effettuati rilievi con drone e rilievi batimetrici.

La rimozione del relitto è solo uno dei 12 interventi attivati per la bonifica dello specchio d’acqua tarantino. Il lavoro ha avuto inizio con la rimozione sostenibile e lo smaltimento dei materiali di natura antropica presente sui fondali dai quali sono già stati rimossi oltre 500 tonnellate di rifiuti ( autovetture ,rifiuti urbani indifferenziati, relitti metallici, eliche, cavi di acciaio e altro materiale) . Poche ore per affondare auto e altri rifiuti e più di due anni per rimuoverli. Per evitare di compromettere il sistema ambientale sottomarino e la straordinaria biodiversità del mare.

 

Le telecamere della televisione pubblica hanno poi visitato il cantiere del Cimitero di San Brunone dove proseguono le attività di esumazione per la bonifica dei terreni.  In queste ore è stata allestita una tendostruttura, area di decontaminazione, che consente di ottimizzare i lavori e non compromettere la fruibilità dei luoghi ai visitatori. Poi tappa alla ex Cemerad, dove, dopo quasi venti anni con il Commissario Corbelli è stata attivata la rimozione e l’allontanamento di  fusti di materiale radioattivo provenienti dall’esplosione e dalla nube radioattiva di Chernobyl, che tanta angoscia hanno destato nei cittadini di Taranto. Ad oggi sono stati allontanati 13 mila fusti su 16.500. A fornire i numeri e i dettagli sull’avanzamento dei lavori di bonifica ci sono i dirigenti del Commissario Straordinario Gennaro Capasso e Raffaele Velardo. (intervistati con la Corbelli)

Luogo della seconda diretta televisiva sono le aree rigenerate delle scuole del Quartiere Tamburi. Sullo sfondo un grande murale realizzato sulla parete dei campetti sportivi. Le immagini dipinte sono tratte dai disegni degli allievi delle scuole che hanno partecipato al progetto formativo e di educazione ambientale “ La scuola racconta e…”.

Taranto e i tarantini non possono essere raccontati esclusivamente in riferimento a ex ILVA. Taranto è tante straordinarie altre cose che devono far emergere i decisori politici, i media e tutti quelli che operano e lavorano per la rinascita della città sui due mari. A Taranto è stato avviato un modello innovativo di bonifica delle aree di crisi ambientale complesse che va oltre gli interventi classici di riqualificazione ambientale, e che punta ad individuare le cause dell’inquinamento con l’obiettivo di eliminare o diminuire le pressioni e gli impatti delle fonti inquinanti sul territorio e sulla popolazione.

È stato questo il messaggio del Commissario Straordinario, Vera Corbelli, che ha chiuso il servizio in diretta della RAI Puglia.