Rimozione sostenibile e smaltimento dei materiali di natura antropica presenti sul fondale del Mar Piccolo

L’intervento Rimozione sostenibile e smaltimento dei materiali di natura antropica dai fondali “si è reso necessario sulla base di capillari ispezioni dei fondali attuate dal Commissario Straordinario con il supporto operativo della Capitaneria di Porto e con la cooperazione scientifica dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro, dalle quali è emerso un ingente quantitativo di materiale ingombrante di natura antropica (autovetture, motocilci, batterie, penumatici, biciclette, parti di imbarcazioni, fusti, attrezzatura da pesca, rifiuti urbani indifferenziati) depositato sui fondali del I Seno del Mar Piccolo ed in particolare su tre aree “critiche” (Discesa Vasto, Banchina Cariati, Pontile ex Marigenimil). Tale “marine litter” rappresenta una forma di inquinamento nocivo oltre che per gli organismi marini e per l’ambiente stesso anche per l’uomo. Previa catalogazione e valutazione, si è provveduto, pertanto, alla progettazione e realizzazione di un intervento finalizzato a garantire il ripristino dello stato dei luoghi e la rimozione delle potenziali fonti di contaminazione sia dei sedimenti che della colonna d’acqua. Allo stato, a seguito di espletamento di gara pubblica, è stato completato il primo lotto (in data 03/08/2018) ed è in fase di aggiudicazione il completamento dell’intervento. Al riguardo si rinvia alle relazioni ed elaborati specifici.