A R E A A D E L E V A T O R I S C H I O D I C R I S I A M B I E N T A L E D E L T E R R I T O R I O D I T A R A N T O
(1.) Articolo 7, come modificato dall’articolo 6 della Legge n. 305 del 28 Agosto 1989. La Legge 304 è la Legge istitutiva del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio.
sito_commissario_2015_-_19_gennaio009056.gif
Cartografia di base dell'area ad elevato rischio ambientale del territorio di Taranto.
Scala 1:150.000 in allegato al DPR 23 Aprile 1998
posta
certificata
mappa
del sito
posta%20certificata_50.gif
sede e contatti
sito_commissario_2015_-_19_gennaio009050.jpg

L’istituzione delle "aree ad elevato rischio di crisi ambientale" risale al 1986, con la Legge n. 349 dell’8 Luglio (1.) , che ne dà facoltà al Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro dell’Ambiente. Con tale dichiarazione, si identificano ambiti territoriali e tratti marittimi caratterizzati da gravi alterazioni negli equilibri ambientali. La legge detta le direttive per la definizione di un piano che individui le misure urgenti atte a rimuovere le situazioni di rischio per il ripristino ambientale dell’area.

 

A seguito di un iter, iniziato con un’istanza presentata dalla Regione Puglia nel 1988, con Deliberazione del Consiglio dei Ministri del 30 Novembre 1990 il territorio della provincia di Taranto (comprendente i comuni di Taranto, Crispiano, Massafra, Montemesola) è dichiarato “area ad elevato rischio di crisi ambientale”; dichiarazione reiterata poi con la Deliberazione del 11 Giugno 1997. Con la risoluzione, il Consiglio dei Ministri richiede al Ministero dell’Ambiente, di intesa con la Regione Puglia ed altri enti locali interessati, di predisporre un piano di disinquinamento per il risanamento del territorio di Taranto. Il Piano, previa ricognizione dello stato di inquinamento delle acque, dell'aria e del suolo, nonché delle relative fonti inquinanti, definisce la tipologia, la fattibilità ed i costi degli interventi di risanamento.

 

La Deliberazione del 1990 prevedeva, inoltre, la costituzione di una Commissione Stato-Regione Puglia-Enti locali, con compiti di coordinamento delle attività relative al risanamento dell'area ad elevato rischio di crisi ambientale; la Commissione viene nominata con decreto del Ministro dell'ambiente del 15 giugno 1995, n. 086/95/SIAR e nella riunione del 29 luglio 1997 esprime parere favorevole sullo schema di piano di disinquinamento per il risanamento del territorio citato della provincia di Taranto. 

SISTEMA FISICO ED AMBIENTALE
CENNI STORICI
SISTEMA URBANO
SISTEMA INDUSTRIALE
AREA AD ELEVATO RISCHIO DI CRISI AMBIENTALE
SIN DI TARANTO
SIN D'ITALIA
Il territorio
NOMINA DEL COMMISSARIO
QUADRO DI RIFERIMENTO NORMATIVO E TECNICO
ASSETTO GESTIONALE ED AMMINISTRATIVO ATTUALE
Il Commissario Straordinario
Home
sito_commissario_2015_-_19_gennaio002002.gif
CONTATORE SPESE
INTERVENTI STRUTTURALI E NON STRUTTURALI
BANDI E INTESE
sito_commissario_2015_-_19_gennaio001046.gif
CARTOGRAFIA
sito_commissario_2015_-_19_gennaio009037.jpg sito_commissario_2015_-_19_gennaio009036.jpg
PRINCIPALI INCONTRI/RIUNIONI
sito_commissario_2015_-_19_gennaio009033.jpg
RASSEGNA STAMPA
sito_commissario_2015_-_19_gennaio009030.jpg
TRASPARENZA
PORTATORI DI INTERESSE
SPAZIO OPEN
sito_commissario_2015_-_19_gennaio009021.jpg
DOSSIER
FOTOGRAFICO
sito_commissario_2015_-_19_gennaio009018.jpg sito_commissario_2015_-_19_gennaio009017.jpg sito_commissario_2015_-_19_gennaio009016.jpg
ARCHIVIO NOTIZIE
AVANZAMENTO FISICO DEI PROGETTI
avanzamento%20progetti%20ok5_200.gif sito_commissario_2015_-_19_gennaio009011.jpg
Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto.
PEC: vera.corbelli@pec.commissariobonificataranto.it
e-mail: vera.corbelli@commissariobonificataranto.it
LINK
sito_commissario_2015_-_19_gennaio009005.jpg
PROGETTO AFORED
sito_commissario_2015_-_19_gennaio009002.jpg
COMMISSARIO STRAORDINARIO CEMERAD
ARCHIVIO 2015
ARCHIVIO 2016
ARCHIVIO 2017
SELEZIONA ANNO