Archivio tag: Commissario

Vera Corbelli riconfermata Commissario per la bonifica di Taranto

Un impulso a proseguire nel completamento del percorso di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione della città

La Geologa Vera Corbelli è stata riconfermata Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto.

Alla guida della struttura di Governo dal 2014, a cui è stata nominata per fronteggiare e superare le gravi situazioni di criticità ambientale e sanitaria del Sito di Interesse Nazionale di Taranto (SIN), in questi 3 anni, ha messo in campo diversi e significativi interventi affinché “questa Città possa rappresentare, a livello regionale, nazionale ed internazionale, l’esempio di come un tessuto sociale-territoriale, soggetto ad elevate pressioni industriali e produttive, che nel tempo hanno prodotto una crisi ambientale di ampie proporzioni possa rigenerarsi attraverso un percorso a 360 gradi che vede, consapevolmente, coinvolta la collettività, la comunità scientifica, il sistema industriale e intellettuale; Taranto la città ecosostenibile”

La riconferma di Vera Corbelli, che porta la firma del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Maria Elena Boschi, è un impulso a proseguire nel completamento del percorso di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione della città. Negli ultimi 3 anni sono stati raggiunti importanti risultati, come il completamento della messa in sicurezza, riqualificazione ed efficientamento energetico degli edifici scolastici degli Istituti “Deledda”, “Vico”, “De Carolis”, “Giusti” e “Gabelli” del Quartiere Tamburi; si è conclusa la prima fase della bonifica e messa in sicurezza del sito ex- Cemerad di Statte, dove il 16 maggio 2017 sono iniziati i lavori di rimozione e allontanamento dei primi 86 fusti radioattivi dei 16mila fusti contenenti materiale pericoloso, che sarà completata entro giugno 2018; l’avvio della bonifica e riqualificazione ambientale de bacino, delle sponde e delle aree contermini del I seno del Mar piccolo, un intervento significativo e allo stesso tempo complesso e delicato (completato al 50%) con l’obiettivo di restituire alla città il suo nucleo fondativo. La città di Taranto, infatti, è nata e si è sviluppata attorno al Mar piccolo, uno degli ecosistemi ambientali più interessanti al mondo, ma anche uno dei più inquinati.

Gli interventi di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione dell’Area vasta di Taranto (che oltre la Città include i Comuni di Crispiano, Massafra, Montemesola e Statte) attuati finora o in fase di completamento hanno dato inizio ad un grande processo di rigenerazione del territorio che sta sancendo la rinascita di Taranto”, afferma Vera Corbelli.

 

Finalmente la luce per i lavoratori ex Isola Verde

Presso la Prefettura il Presidente del Sepac della Regione Puglia e la dott.ssa Corbelli hanno firmato l’accordo per l’assunzione di 120 lavoratori della società fallita

Un verbale di accordo, che prevede l’assunzione di 120 lavoratori provenienti dalla società Taranto Isola Verde, società in house della Provincia di Taranto, dichiarata fallita con sentenza dell’8 luglio 2016 è stato siglato il 2 febbraio 2017 presso la Prefettura di Taranto alla presenza del Prefetto di Taranto, S.E. Umberto Guidato, il Presidente del Sepac Regione Puglia dott. Leo Caroli e i componenti del medesimo comitato dott. Giovanni Stasi e dott. Stefano Basile, il Commissario Straordinario per la Bonifica Ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto dott.ssa Vera Corbelli ed il Coordinatore del Gruppo di Lavoro Commissariale dott. Gennaro Capasso, l’Assessore alle politiche del lavoro per il Comune di Taranto dr. Francesco Consa e le organizzazioni Sindacali

 

Convenzione tra il Commissario e Confagricoltura

È stata firmata una Convenzione tra il Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione  e riqualificazione di Taranto, nella persona della dott.ssa Vera Corbelli e la Confagricoltura di Taranto nella persona del Presidente e legale rappresentante dott. Luca Lazzaro per iniziative congiunte legate agli interventi di bonifica.

Il Percorso di bonifica. Il rendiconto a luglio 2016

Il rendiconto del percorso di bonifica e riqualificazione del SIN e dell’Area di crisi Ambientale di Taranto.

L’area di crisi ambientale di Taranto si presenta complessa e fortemente compromessa. Le azioni fino ad oggi poste in essere, pongono l’attenzione su opere ritenute prioritarie ma che non possono ritenersi sufficienti a mitigare tutte le criticità presenti; criticità la cui comprensione deve essere necessariamente riallocata nello scenario complessivo di pressioni ed impatti e riferita all’intera area ed a tutte quelle contermini, connotate e inquadrata nella propria unità fisiografica di riferimento.

Il documento allegato (che si può scaricare cliccando sul link) riporta, sinteticamente con l’ausilio di grafici, immagini e dati, lo stato di attuazione degli interventi e la filosofia dell’intero Percorso di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione dell’Area Vasta di Taranto posto in essere dal Commissario Straordinario Vera Corbelli, aggiornato al Luglio 2016.

San Brunone, un nuovo cimitero per una nuova dignità

Nella giornata del 18 maggio si è svolto in Prefettura un incontro congiunto tra il Commissario Straordinario per la bonifica di Taranto, il Comune di Taranto e i lavoratori cimiteriali con le loro rappresentanze sindacali (SLAI COBAS).

Nell’incontro, molto partecipato, si è fatto il punto della situazione dello studio di fattibilità (predisposto sulla base delle risultanze delle caratterizzazioni ed analisi del rischio e della valutazione delle caratteristiche degli spazi e delle strutture cimiteriali) che attende di essere completato con ulteriori indagini e verifiche.

Il Commissario Corbelli ha rappresentato l’ampiezza dell’approccio sull’area cimiteriale che oltre ad essere bonificata sarà riqualificata attraverso una progettazione d’avanguardia che conferirà nuova dignità al sito, “in un atteggiamento di massimo rispetto sia per i lavoratori di oggi e di domani sia e soprattutto per i defunti”.

Aree esterne saranno destinate a luoghi per la preghiera ed è stata anche avanzata l’ipotersi di un piccolo spazio espositivo – museale, ove conservare antiche lapidi e preziosi reperti, capaci di raccontare un pezzo di storia cittadina.

I lavoratori saranno avviati, in un clima ampiamente collaborativo con comune, Regione, ARPA, ASL presumibilmente, salvo intoppi, entro la fine del corrente anno, a seguito della Conferenza di Servizi che si dovrebbe svolgere entro l’estate.

L’intervento sul cimitero posto in essere dal Commissario per le bonifiche, effettuato con la più ampia partecipazione del comune, è stato particolarmente apprezzato oltre che dal Sindaco di Taranto, presente all’incontro, anche dalle rappresentanze sindacali (SLAI COBAS) dei lavoratori cimiteriali, presenti alla riunione.

Taranto oltre l’Ilva

Il percorso di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione dell’Area Vasta di Taranto sta delineando un approccio innovativo all’impatto delle presenze industriali

ll modello che si sta attuando alla bonifica di Taranto sta delineando un approccio innovativo alla riqualificazione delle aree caratterizzate dalla presenza industriale. Se ne è parlato oggi al Politecnico di Bari nel corso della conferenza sul tema “Taranto oltre l’ILVA – Approccio innovativo alle presenze industriali, attraverso la riqualificazione ambientale, la rigenerazione sociale e la valorizzazione territoriale nella programmazione sull’area vasta”, promossa dal Commissario Straordinario in collaborazione con il Politecnico di Bari e Remtech Ferrara Fiere.

Il tavolo pubblico dedicato ad un confronto costruttivo con gli attori del territorio e la cittadinanza in un approccio integrato delle politiche ambientali, industriali e sociali sull’area di Taranto è stato coordinato dal Commissario. Il Prof. Eugenio Di Sciascio, Rettore del Politecnico di Bari, il Dott. Ippazio Stefàno, Sindaco di Taranto ed il Dott. Gianni Liviano D’Arcangelo, Assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia hanno aperto i lavori.

Gli interventi sono stati tenuti da Dott.ssa Vera Corbelli, Commissario Straordinario di Governo per la bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto, Dott. Nicola Zanardi, RemTech Expo 2015 – FerraraFiere, Prof. Sergio Prete, Commissario Straordinario di Governo dell’Autorità Portuale di Taranto, Dott. Vincenzo Cesareo, Presidente Confindustria di Taranto, Prof. Antonio Panico, Libera Università Maria Ss. Assunta (LUMSA), Dott. Paolo Messa, Fondatore della rivista Formiche e Consigliere di Amministrazione RAI, Dott. Ing. Francesco Ferraiolo, Maccaferri Industrial Group. Numerosi sono stati i partecipanti, tra cui l’Ammiraglio della Marina Militare Ugazzi, il Comandante della Capitaneria di Porto Famà, il Prorettore dell’Uniba Prof. Tursi, il Prof. Andria, la Prof.ssa Vitone, il Presidente di Ance Dr. Marinaro, ecc.

Alla termine dei lavori, da tutti è stata sottolineata la necessità di proseguire nel percorso avviato e di attivarsi per una maggiore azione divulgativa. Il Dr. Zanardi, su richiesta del Commissario Straordinario, ha dato la sua disponibilità per valutare, con il Sistema fiere, la possibilità di dare, negli anni prossimi, maggiore spazio a Taranto che, stante la sua configurazione e le risorse tecniche, scientifiche, economiche ed imprenditoriali presenti, per uno sviluppo sano e sostenibile, può mettere in moto un sapiente e virtuoso percorso.

Valorizzazione del Mar Piccolo. Accordo Commisaro-Confindustria Taranto

Si è insediato lo scorso 31 luglio il tavolo tecnico di confronto definito nell’Accordo di Collaborazione sottoscritto tra il Commissario Straordinario alle bonifiche e la Confindustria di Taranto a giugno 2015 per la redazione, nell’ambito del più generale “Programma di misure, a medio e lungo termine, per la bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione dell’intera area di Taranto”, di un “Documento di indirizzi ed azioni per la valorizzazione ambientale ed economica del Mar Piccolo di Taranto”.

Mar Piccolo. Le attività congiunte di Commissario e Marina Militare

La Marina Militare partner del Commissario per la bonifica di Taranto per l’attuazione del programma di interventi nel Mar Piccolo

Un mare più pulito è un mare sicuro“. È la filosofia che guiderà gli interventi per la bonifica e la rigenerazione del Mar Piccolo previsti nell’accordo tra il Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione della città di Taranto e la Marina Militare.

Il Commissario ha individuato la Marina Militare quale partner pubblico ideale con cui attuare il programma. Infatti la Forza Armata, già attiva nell’ambito della Marine Strategy, svolge operazioni per la caratterizzazione di fondali, il monitoraggio e la salvaguardia dell’ambiente marino attraverso l’impiego delle navi idrografiche e di cacciamine, nonchè l’uso di strumenti tecnologicamente idonei allo scandaglio oltre che espletare la funzione di sorveglianza per la prevenzione degli inquinamenti delle acque marine da idrocarburi e da altre sostanze nocive per l’ambiente marino.

Tra le attività programmate sono ricomprese: la bonifica e riqualificazione ambientale delle sponde e delle aree, la rimozione sostenibile e lo smaltimento dei materiali di natura antropica presenti sul fondale, la bonifica degli ordigni residuati bellici, gli interventi per la mitigazione degli impatti derivanti dagli scarichi e per l’abbattimento delle fonti di contaminazione della rete idrografica superficiale, e da deflusso delle acque sotterranee, gli interventi di bonifica e messa in sicurezza permanente dei sedimenti.

Il Commissario e la Marina Militare hanno unito capacità, mezzi, expertise, affinché la complessità del sistema si traduca in efficienza. La piattaforma su cui si ancora l’articolato processo è stato definito e configurato. Il percorso da fare non è dei più semplici ma si tratta di una sfida da accettare e trasformare in operazione costruttiva perché un mare pulito è un mare più sicuro.

Mar Piccolo. Accordo tra Commissario e Marina Militare per la bonifica

Il Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto, dott.ssa Vera Corbelli, ed il Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio Giuseppe De Giorgi, hanno stipulato l’accordo di collaborazione finalizzato alla bonifica, riqualificazione e rigenerazione del sistema del Mar Piccolo di Taranto.

Le azione oggetto dell’accordo sono inserite nel percorso di attività programmata per l’area dichiarata ad elevato rischio di crisi ambientale. A valle della stipula seguiranno nei prossimi giorni incontri tecnici-operativi per la predisposizione ed attuazione delle attività specifiche programmate.

Il modello Taranto presentato al Convegno sulla rigenerazione urbana

A Bari il 2° Convegno nazionale sul tema della rigenerazione del territorio

Il Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto,  Vera Corbelli, ha partecipato al  2° Convegno Nazionale “STRATEGIE E TECNICHE per il rilancio e il sostegno delle costruzioni nel Mezzogiorno. RIGENERAZIONE URBANA E RISCHIO STRUTTURALE”  tenutosi a Bari ore 14:00 – Fiera del Levante – Spazio 7, Lungomare Starita, 4.

Il Commissario è intervenuto presentando l’esperienza della bonifica di Taranto con la relazione sul tema:  “La rigenerazione territoriale. Taranto: ambiente, sicurezza, sviluppo sostenibile”.