Taranto oltre l’Ilva

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Print this page

Il percorso di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione dell’Area Vasta di Taranto sta delineando un approccio innovativo all’impatto delle presenze industriali

ll modello che si sta attuando alla bonifica di Taranto sta delineando un approccio innovativo alla riqualificazione delle aree caratterizzate dalla presenza industriale. Se ne è parlato oggi al Politecnico di Bari nel corso della conferenza sul tema “Taranto oltre l’ILVA – Approccio innovativo alle presenze industriali, attraverso la riqualificazione ambientale, la rigenerazione sociale e la valorizzazione territoriale nella programmazione sull’area vasta”, promossa dal Commissario Straordinario in collaborazione con il Politecnico di Bari e Remtech Ferrara Fiere.

Il tavolo pubblico dedicato ad un confronto costruttivo con gli attori del territorio e la cittadinanza in un approccio integrato delle politiche ambientali, industriali e sociali sull’area di Taranto è stato coordinato dal Commissario. Il Prof. Eugenio Di Sciascio, Rettore del Politecnico di Bari, il Dott. Ippazio Stefàno, Sindaco di Taranto ed il Dott. Gianni Liviano D’Arcangelo, Assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia hanno aperto i lavori.

Gli interventi sono stati tenuti da Dott.ssa Vera Corbelli, Commissario Straordinario di Governo per la bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto, Dott. Nicola Zanardi, RemTech Expo 2015 – FerraraFiere, Prof. Sergio Prete, Commissario Straordinario di Governo dell’Autorità Portuale di Taranto, Dott. Vincenzo Cesareo, Presidente Confindustria di Taranto, Prof. Antonio Panico, Libera Università Maria Ss. Assunta (LUMSA), Dott. Paolo Messa, Fondatore della rivista Formiche e Consigliere di Amministrazione RAI, Dott. Ing. Francesco Ferraiolo, Maccaferri Industrial Group. Numerosi sono stati i partecipanti, tra cui l’Ammiraglio della Marina Militare Ugazzi, il Comandante della Capitaneria di Porto Famà, il Prorettore dell’Uniba Prof. Tursi, il Prof. Andria, la Prof.ssa Vitone, il Presidente di Ance Dr. Marinaro, ecc.

Alla termine dei lavori, da tutti è stata sottolineata la necessità di proseguire nel percorso avviato e di attivarsi per una maggiore azione divulgativa. Il Dr. Zanardi, su richiesta del Commissario Straordinario, ha dato la sua disponibilità per valutare, con il Sistema fiere, la possibilità di dare, negli anni prossimi, maggiore spazio a Taranto che, stante la sua configurazione e le risorse tecniche, scientifiche, economiche ed imprenditoriali presenti, per uno sviluppo sano e sostenibile, può mettere in moto un sapiente e virtuoso percorso.

Lascia un commento